Ondansetrone Bugiardino

Il farmaco Ondansetrone è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Ondansetrone è Ondansetrone   il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 6,81€ a confezione.

Scheda Tecnica Ondansetrone

Trattamento della nausea e del vomito indotti da chemioterapia citotossica e da
radioterapia, prevenzione e trattamento della nausea e del vomito postoperatori
(PONV).
Popolazione pediatrica:
Trattamento della nausea e del vomito indotti da chemioterapia in bambini di età ≥ di 6
mesi.
Prevenzione e trattamento della nausea e del vomito postoperatori in bambini di età ≥ di
1 mese.

Controindicazioni Ondansetrone

Ipersensibilità all’ondansetrone o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
Ipersensibilità ad altri antagonisti selettivi dei recettori 5HT3 (ad esempio granisetron,
dolasetron).


Confezioni
Ondansetrone 1 fiala EV 2 ml 2 mg/ml
Farmaci Equivalenti
Ondansetrone 4mg 1 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 4mg 10 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 4mg 5 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 4mg 6 Unita' Uso Orale
Ondansetrone 8mg 1 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 8mg 10 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 8mg 5 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 8mg 6 Unita' Uso Orale
Ditta Produttrice
Accord Healthcare Italia Srl
Dr.reddy's Srl
Hikma Farmaceutica S.a.
Mylan Spa
Teva Italia Srl

Ondansetrone Somministrazione

Soluzione iniettabile o per infusione


Dosaggi Ondansetrone

I prescrittori che intendono utilizzare l’ondansetrone nella prevenzione della nausea e
del vomito tardivi associati a chemioterapia o a radioterapia in adulti, adolescenti o
bambini devono prendere in considerazione la pratica attuale e le appropriate linee
guida.
Nausea e vomito indotti da chemioterapia e da radioterapia:
Adulti: Il potenziale emetogeno del trattamento per il cancro varia secondo le dosi e le
combinazioni dei regimi di chemioterapia e radioterapia utilizzati. La via di
somministrazione e la dose di ondansetrone devono essere flessibili e comprese nel
range tra 8-32 mg al giorno e selezionate come descritto di seguito:
Chemioterapia e radioterapia emetogene:
Per i pazienti sottoposti a chemioterapia e radioterapia emetogene, l’ondansetrone può
essere somministrato per via endovenosa o intramuscolare o mediante altre vie di
somministrazione. Questo prodotto è tuttavia solo per iniezione o infusione.
Per la maggior parte dei pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia emetogene, 8
mg di ondansetrone devono essere somministrati mediante un’iniezione intramuscolare
o endovenosa lenta o un’infusione endovenosa di breve durata nel corso di 15 minuti
immediatamente prima del trattamento, seguiti da 8 mg per via orale ogni dodici ore.
Per prevenire l’emesi tardiva o prolungata dopo le prime 24 ore, il trattamento orale con
l’ondansetrone associato a desametasone deve essere continuato fino a 5 giorni dopo un
ciclo di trattamento. Il trattamento con l’ondansetrone con altre forme farmaceutiche
diverse da quella endovenosa deve essere continuato per un massimo di 5 giorni dopo
un ciclo di trattamento.


Effetti Ondansetrone

Cefalea.
Convulsioni, disturbi del movimento (incluse reazioni extrapiramidali,
come reazioni distoniche, crisi oculogire e discinesia) osservate senza
evidenza certa di sequele cliniche persistenti.
Sensazione di calore o vampate.


Ondansetrone in Gravidanza

La sicurezza dell’ondansetrone per l’uso nella gravidanza umana non è stata stabilita.
La valutazione degli studi sperimentali condotti sugli animali non indica effetti dannosi
diretti o indiretti relativamente allo sviluppo embrionale o fetale, alla gestazione ed allo
sviluppo pre e postnatale. Tuttavia, poiché gli studi sugli animali non sono sempre
predittivi della risposta nell’uomo, l’uso dell’ondansetrone durante la gravidanza non è
consigliato. Se è assolutamente necessario che l’ondansetrone sia somministrato, è
necessario esercitare cautela quando viene prescritto alle donne particolarmente nel
primo trimestre di gravidanza. Si deve effettuare un’attenta valutazione del rapporto
rischio/beneficio.