Ipolab Bugiardino

Il farmaco Ipolab è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Ipolab è Labetalolo   il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 16,38€ a confezione.

Scheda Tecnica Ipolab

IPOLAB compresse è indicato nel trattamento degli stati ipertensivi di ogni grado (lievi,
moderati e gravi) allorquando sia richiesta una terapia antiipertensiva orale.

Controindicazioni Ipolab

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, ipersensibilità ad altri b-
bloccanti. Blocco atrio-ventricolare di 2° e 3°, insufficienza cardiaca resistente al trattamento con digitalici, insufficienza renale grave, acidosi diabetica, bradicardia marcata, shock
cardiogeno ed altre condizioni associate con ipotensione severa e prolungata, feocromocitoma
non trattato, episodi acuti di asma.


Confezioni
Ipolab 50 compresse 400 mg
Farmaci Equivalenti
Labetalolo 400mg 50 Unita' Uso Orale
Ditta Produttrice
S.f.group Srl

Ipolab Somministrazione

Compressa rivestita per uso orale.


Dosaggi Ipolab

Adulti: il dosaggio consigliato è di 200 mg 2 volte al giorno.
Tale posologia consente solitamente un controllo soddisfacente della pressione arteriosa. Nei
pazienti in cui la risposta soggettiva al farmaco sia particolarmente evidente e in quelli già in
terapia con altri farmaci antiipertensivi, può essere necessario ricorrere ad altro medicinale a
base di labetalolo con dosaggio di 100 mg da assumere 2 volte al giorno. Se la pressione non è
controllata dal dosaggio indicato, possono essere effettuati incrementi posologici ad intervalli
di circa 2 settimane fino al raggiungimento della dose di 600/800 mg/die. Dosi giornaliere fino
a 2400 mg sono state utilizzate nel trattamento di stati ipertensivi gravi e resistenti; in tali
pazienti è preferibile suddividere la dose giornaliera in 3 somministrazioni. Per i pazienti
ospedalizzati possono essere effettuati incrementi posologici giornalieri del dosaggio in
funzione del reale bisogno clinico.
Ad evitare gravi ripercussioni cardiache, una eventuale sospensione del trattamento con
IPOLAB non andrà effettuata bruscamente ma in maniera graduale secondo quanto indicato
dal medico curante.
Bambini: non trova indicazione.
Modo d'uso: IPOLAB compresse va assunto preferibilmente non a digiuno, suddiviso di
norma in 2 somministrazioni quotidiane, una al mattino, una alla sera.


Effetti Ipolab

Tremori,
Vertigini
Cefalea
Letargia
Astenia


Ipolab in Gravidanza

Sebbene negli animali non siano stati dimostrati effetti teratogeni, IPOLAB dovrebbe essere
usato durante il primo ed il secondo trimestre di gravidanza solo se i benefici prevedibili
superano i rischi potenziali. Poiché IPOLAB oltrepassa la barriera placentare vanno tenute
presenti le possibili conseguenze a carico del feto e del neonato derivanti dal blocco alfa e
beta-adrenergico. Raramente è stata segnalata sofferenza perinatale e neonatale (bradicardia,
ipotensione, depressione respiratoria, ipoglicemia, ipotermia). In alcuni casi questi sintomi si
sono manifestati a distanza di uno o due giorni dalla nascita. La risposta a terapia di supporto
(per esempio soluzioni per via endovenosa o glucosio) è in genere rapida, ma nella preeclampsia
grave ed in particolare dopo trattamento prolungato con labetalolo per via
endovenosa, la ripresa può essere più lenta. Questo può essere messo in relazione con un
metabolismo epatico diminuito nei prematuri. Sono stati riportati casi di morti intrauterine e
neonatale, ma erano implicati:
· altri farmaci (per es. vasodilatatori, farmaci che deprimono la funzione
respiratoria);
· gli effetti della pre-eclampsia;
· ritardi della crescita intrauterina e prematurità (che possono essere riconducibili ad
una ridotta perfusione placentare causata dall’uso dei betabloccanti).
Questi dati clinici sconsigliano di prolungare eccessivamente l'uso di dosi elevate di
labetalolo, di ritardare il parto, nonché la somministrazione contemporanea di idralazina.
L'esperienza, fino ad oggi, tuttavia, ha mostrato che questo ha avuto un rarissimo riscontro.