Ezosina Bugiardino

Il farmaco Ezosina è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Ezosina è Terazosina   il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 8,4€ a confezione.

Scheda Tecnica Ezosina

Terapia per l'Ipertensione lieve o moderata, come monoterapia o in associazione ad altri farmaci antiipertensivi.

Controindicazioni Ezosina

EZOSINA è controindicata:
- in pazienti con ipersensibilità al principio attivo “terazosina”, ad altri
chinazolinici (prazosina, doxazosina) o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
- in soggetti con precedenti di ipotensione ortostatica.
Pazienti con storia di sincope alla minzione non devono essere trattati con
farmaci alfa-bloccanti.
E’ inoltre controindicato durante la gravidanza e l’allattamento.


Confezioni
Ezosina 14 compresse 5 mg
Farmaci Equivalenti
Terazosina 2mg 30 Unita' Uso Orale
Terazosina 5mg 14 Unita' Uso Orale
Ditta Produttrice
Abbott Srl

Ezosina Somministrazione

Compresse per uso orale.


Dosaggi Ezosina

Per i diversi regimi posologici sono disponibili differenti dosaggi.
La dose di EZOSINA deve essere regolata in base al comportamento dei valori
pressori.
Dose iniziale
E’ opportuno iniziare il trattamento con ½ compressa da 2 mg al momento di
coricarsi. Questa posologia costituisce il dosaggio starter.
Dosi successive
Il dosaggio singolo giornaliero può essere aumentato a 2 mg dopo 1 o 2
settimane di trattamento e successivamente può essere portato a 5 o 10 mg
una volta al giorno, sino al raggiungimento dei valori pressori desiderati.
Dosaggi superiori a 20 mg al giorno si sono raramente dimostrati di maggiore
efficacia


Effetti Ezosina

Gli eventi avversi più comuni sono stati astenia, palpitazioni, nausea, edema
periferico, vertigine, sonnolenza, congestione nasale/rinite e
ambliopia/visione offuscata.
In aggiunta, sono stati segnalati i seguenti casi: dolore alla schiena, cefalea,
tachicardia, ipotensione ortostatica, sincope, edema, aumento di peso, dolore
alle estremità, diminuzione della libido, depressione, nervosismo, parestesia,
vertigini, dispnea, sinusite e impotenza.
Altre reazioni avverse segnalate in studi clinici o riportate durante la
commercializzazione, ma non chiaramente associate all’uso di terazosina,
comprendono le seguenti: dolore al torace, edema facciale, febbre, dolore
addominale, dolore al collo, dolore alle spalle, vasodilatazione, aritmia,
costipazione, diarrea, xerostomia, dispepsia, flatulenza, vomito, gotta,
artralgia, artrite, disturbi alle articolazioni, mialgia, ansietà, insonnia,
bronchite, epistassi, sintomi di influenza, faringite, rinite, sintomi di
raffreddore, prurito, eruzione cutanea, aumento della tosse, sudorazione,
visione alterata, congiuntivite, tinnito, frequenza urinaria, infezione delle vie
urinarie e incontinenza urinaria rilevata principalmente nelle donne in
menopausa


Ezosina in Gravidanza

Non è ancora stata stabilita la sicurezza di EZOSINA durante la gravidanza e
l’allattamento anche se non si è dimostrata teratogena nè embriotossica nei
modelli animali.
Pertanto, non essendo stata ancora stabilita la sicurezza di impiego di questo
farmaco, terazosina non va somministrata durante la gravidanza.
Non esistono dati relativamente all’escrezione della terazosina con il latte
materno; poichè però molti farmaci sono escreti con il latte materno,
terazosina non va somministrata durante l’allattamento.