Efient Bugiardino

Il farmaco Efient è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Efient è Prasugrel   il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 72,15€ a confezione.

Scheda Tecnica Efient

Efient, somministrato in associazione con acido acetilsalicilico (ASA), è indicato per la prevenzione di
eventi di origine aterotrombotica in pazienti adulti con sindrome coronarica acuta (ACS) (cioè angina
instabile, infarto miocardico senza sopraslivellamento del tratto ST [UA/NSTEMI] o infarto
miocardico con sopraslivellamento del tratto ST [STEMI]) sottoposti a intervento coronarico
percutaneo (PCI) primario o ritardato

Controindicazioni Efient

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
Sanguinamento patologico in atto.
Storia clinica di ictus o di attacco ischemico transitorio (TIA).
Insufficienza epatica grave


Confezioni
Efient 28 compresse riv 10 mg
Farmaci Equivalenti
Prasugrel 10mg 28 Unita' Uso Orale
Prasugrel 5mg 28 Unita' Uso Orale
Ditta Produttrice
Daiichi Sankyo Italia Spa

Efient Somministrazione

Compressa rivestita con film (compressa). Uso orale.


Dosaggi Efient

Efient deve essere iniziato con una singola dose di carico di 60 mg e quindi continuato con 10 mg una
volta al giorno. Nei pazienti con UA/NSTEMI, in cui la coronarografia venga eseguita entro 48 ore
dalla ospedalizzazione, la dose di carico deve essere somministrata solo al momento del PCI. I pazienti che assumono Efient devono assumere anche acido acetilsalicilico
(ASA) 75 mg - 325 mg al giorno.
In pazienti con sindrome coronarica acuta sottoposti a intervento coronarico percutaneo, l’interruzione
anticipata di qualsiasi farmaco antiaggregante piastrinico, incluso Efient, potrebbe portare a un
aumentato rischio di trombosi, infarto miocardico o morte dovuta alla situazione patologica di base del
paziente. Si raccomanda un trattamento di durata fino a 12 mesi, a meno che l’interruzione del trattamento con Efient sia clinicamente indicata.


Effetti Efient

La sicurezza in pazienti con sindrome coronarica acuta sottoposti a intervento coronarico percutaneo
sono stati valutati in uno studio clinico controllato verso clopidogrel (TRITON) nel quale 6.741
pazienti sono stati trattati con prasugrel (con una dose di carico di 60 mg e una dose di mantenimento
di 10 mg al giorno) per una mediana di 14,5 mesi (5.802 pazienti sono stati trattati per più di 6 mesi,
4.136 pazienti sono stati trattati per più di 1 anno). La percentuale di interruzione del trattamento con
il medicinale in studio a causa di eventi avversi è stata del 7,2% per il prasugrel e del 6,3% per il
clopidogrel. Di questi, il sanguinamento è stato, per entrambi i medicinali, la più comune reazione
avversa che ha portato ad interruzione del trattamento con il medicinale di studio (2,5% per prasugrel
e 1,4% per clopidogrel).
Sanguinamento non correlato a intervento di bypass coronarico (CABG)
Nello studio TRITON, la frequenza dei pazienti che hanno presentato un episodio di sanguinamento
non correlato a intervento di bypass coronarico (CABG) è mostrata nella Tabella 1. L’incidenza di
sanguinamenti maggiori (secondo le definizioni TIMI) non correlati a intervento di bypass coronarico
(CABG), inclusi quelli a rischio di morte e quelli mortali, così come quella di sanguinamenti minori
(secondo le definizioni TIMI), è stata statisticamente significativamente più alta nei soggetti trattati
con prasugrel in confronto ai soggetti trattati con clopidogrel sia nella popolazione UA/NSTEMI che
nell’intera popolazione di ACS. Non è stata osservata alcuna differenza significativa nella popolazione
STEMI. La sede più comune di sanguinamento spontaneo è stata il tratto gastrointestinale (1,7% con
prasugrel e 1,3% con clopidogrel); la sede più comune di sanguinamento indotto è stata la sede di
accesso arterioso (1,3% con prasugrel e 1,2% con clopidogrel).


Efient in Gravidanza

Gravidanza
Gli studi su animali non indicano effetti dannosi diretti su gravidanza, sviluppo embrionale/fetale,
parto o sviluppo post-natale. Poiché gli studi sulla attività riproduttiva condotti
su animali non sono sempre predittivi degli effetti sull’uomo, Efient deve essere usato in gravidanza
solo se il potenziale beneficio giustifica il potenziale rischio per il feto.