Onkotrone Bugiardino

Il farmaco Onkotrone è un farmaco di classe H, Il principio attivo del Onkotrone è Mitoxantrone   il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 108,15€ a confezione.

Scheda Tecnica Onkotrone

Onkotrone è indicato per la chemioterapia delle forme metastatiche di carcinoma della mammella,
del linfoma non-Hodgkin, della leucemia non linfocitica acuta dell’adulto, della leucemia mieloide
cronica in crisi blastica, del carcinoma epatocellulare.

Controindicazioni Onkotrone

Ipersensibilità al principio attivo a od uno qualsiasi degli eccipienti.
Infezioni gravi in fase attiva.
Gravidanza ed allattamento.


Confezioni
Onkotrone 1 flaconcino EV 10 mg 5 ml
Farmaci Equivalenti
Mitoxantrone 10mg 5ml 1 Unita' Uso Parenterale
Mitoxantrone 20mg 10ml 1 Unita' Uso Parenterale
Ditta Produttrice
Baxter Spa

Onkotrone Somministrazione

Concentrato per soluzione per infusione.


Dosaggi Onkotrone

Il mitoxantrone deve essere somministrato esclusivamente per via endovenosa.
Onkotrone non va miscelato con soluzioni contenenti altri farmaci. In caso di stravaso della
soluzione sospendere immediatamente la somministrazione della soluzione e utilizzare, quale via di
introduzione, un’altra vena.
Non deve essere mai somministrato per via sottocutanea, intramuscolare o intraarteriosa. Può
accadere un grave danno tissutale locale se vi è uno stravaso durante la somministrazione.
Non è per uso intratecale. Il mitoxantrone cloridrato non deve essere somministrato mediante
iniezione intratecale. Da una somministrazione intratecale può derivare un grave danno con effetti
permanenti.
Nel trattamento in monochemioterapia del carcinoma metastatico della mammella, del linfoma non-
Hodgkin e del carcinoma epatocellulare la dose iniziale consigliata è di 14 mg/m2 da somministrare,
per iniezione endovenosa singola, ad intervalli di 21 giorni. Viene raccomandata l’adozione di un
dosaggio inferiore (12 mg/m2 o meno) nei pazienti con riserve midollari ridotte.
Nei successivi cicli di terapia i dosaggi vanno adattati al grado ed alla durata della mielodepressione
del paziente. La seguente tabella serve da guida (si tenga presente che il nadir leucopenico e
trombocitopenico di solito si ha dopo 10 giorni dalla somministrazione).


Effetti Onkotrone

Nausea
Alopecia
Infezione
Disturbi mestruali
Stomatite
Amenorrea
Leucopenia
Aritmia
Aumento delle gamma-glutamil-transpeptidasi (GCT)
Urina anormale
Elettrocardiogramma (ECG) anormale
Costipazione
Rinite
Granulocitopenia
Diarrea
Conteggio dei globuli bianchi anormale
Anemia


Onkotrone in Gravidanza

Onkotrone non deve essere somministrato in corso di gravidanza o durante l’allattamento.
Il mitoxantrone cloridrato può provocare danno fetale quando somministrato a donne in stato di
gravidanza. Le donne che possono concepire figli devono essere avvertite di evitare una gravidanza.
Così come per gli altri agenti antineoplastici, i pazienti ed i loro partner devono evitare il
concepimento almeno nei sei mesi successivi alla sospensione della terapia.
Onkotrone viene escreto con il latte materno e concentrazioni significative (18 ng/ml) sono state
rilevate a distanza di 28 giorni dall’ultima somministrazione. A causa dei potenziali effetti
indesiderati gravi che possono verificarsi nel neonato, l’allattamento deve essere interrotto prima di
iniziare un eventuale trattamento con Onkotrone.