Ondansetron Bugiardino

Il farmaco Ondansetron è un farmaco di classe H, Il principio attivo del Ondansetron è Ondansetrone   il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 47,06€ a confezione.

Scheda Tecnica Ondansetron

Ondansetron è indicato per il trattamento della nausea e del vomito indotti da chemioterapia antiblastica e dalla radioterapia e per la prevenzione della nausea e del vomito post–operatori.

Popolazione pediatrica

Ondansetron è indicato per il trattamento della nausea e del vomito indotti dalla chemioterapia nei bambini di età ≥ 6 mesi e per la prevenzione e il trattamento della nausea postoperatoria e del vomito nei bambini di età ≥ 1 mese

Controindicazioni Ondansetron

Ipersensibilità all’ondansetron o ad altri antagonisti selettivi dei recettori 5–HT3 (ad es. granisetron, dolasetron) o ad uno qualsiasi degli eccipienti del prodotto elencati


Confezioni
Ondansetron 10 fiale 2 ml 2 mg/ml
Farmaci Equivalenti
Ondansetrone 4mg 10 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 4mg 5 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 4mg 6 Unita' Uso Orale
Ondansetrone 8mg 10 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 8mg 5 Unita' Uso Parenterale
Ondansetrone 8mg 6 Unita' Uso Orale
Ditta Produttrice
B.braun Milano Spa
Crinos Spa
Fresenius Kabi Italia Srl

Ondansetron Somministrazione

Compressa rivestita con film.


Dosaggi Ondansetron

Per uso orale.

Per i differenti schemi posologici sono disponibili appropriate concentrazioni e formulazioni.

Nausea e vomito indotti da chemioterapia e radioterapia

Adulti

Il potenziale emetogeno della terapia antitumorale varia a seconda delle dosi e delle combinazioni di regimi di chemioterapia e radioterapia utilizzate. La via di somministrazione ed il dosaggio di ondansetron dovrebbero essere flessibili ed essere scelti come di seguito riportato.

Chemioterapia e radioterapia emetogene

I pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia emetogene possono essere trattati con ondansetron per via orale o per via endovenosa.

Alla maggior parte dei pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia emetogene si raccomanda di somministrare ondansetron inizialmente per via endovenosa immediatamente prima del trattamento ed in seguito per via orale alla dose di 8 mg ogni 12 ore.

Per la somministrazione orale: 8 mg 1–2 ore prima del trattamento, seguiti a 8 mg 12 ore più tardi.

Per la prevenzione dell’emesi ritardata o prolungata oltre le prime 24 ore si deve continuare il trattamento orale con ondansetron fino a 5 giorni successivi al ciclo di trattamento. La dose raccomandata per la somministrazione orale equivale a 8 mg due volte al giorno.


Effetti Ondansetron

Cefalea
Stipsi
Sensazione locale di bruciore in seguito all’inserimento delle supposte.


Ondansetron in Gravidanza

La sicurezza d’uso di ondansetron durante la gravidanza nella donna non è stata accertata e l’utilizzo del farmaco in gravidanza non è quindi raccomandato.

I dati derivanti da un numero limitato di gravidanze esposte non evidenziano effetti indesiderati dell’ondansetron sulla gravidanza o sulla salute del feto/neonato. A tutt’oggi, non sono disponibili altri dati epidemiologici rilevanti. La valutazione di studi sperimentali su animali non indica effetti dannosi diretti o indiretti di tossicità riproduttiva durante la gravidanza, lo sviluppo embrio–fetale, il parto o lo sviluppo postnatale (vedere paragrafo 5.3). Tuttavia, dato che gli studi sugli animali non sono sempre predittivi della risposta nell’uomo, a scopo precauzionale è preferibile evitare l’uso di ondansetron durante la gravidanza.

Se la somministrazione di ondansetron è assolutamente necessaria, è richiesta prudenza in fase di prescrizione del prodotto a donne incinte, soprattutto se nel primo trimestre di gravidanza. È opportuno valutare attentamente il rapporto rischio/beneficio.



Read more: http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Ondansetron_Crinos_Compresse.asp#ixzz3KCyEVLux
Under Creative Commons License: Attribution Non-Commercial No Derivatives
Follow us: Torrinomedica on Facebook