Reomax Bugiardino

Il farmaco Reomax è un farmaco di classe C, Il principio attivo del Reomax è Acido Etacrinico  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 7,85€ a confezione.

Il REOMAX® è indicato in tutte le sindromi da ritenzione idrosalina ed in particolare:
Edemi di origine cardiaca, edemi di origine renale, forme nefrosiche, insufficienza renale cronica, cirrosi con ascite, malattie epatiche ascitogene. La somministrazione endovenosa dell’etacrinato sodico (REOMAX fiale) è indicata quando si richiede un rapido instaurarsi della diuresi, come nell’edema polmonare acuto.


Reomax Controindicazioni

Il REOMAX® è controindicato in caso di ipersensibilità accertata verso l’acido etacrinico. Anuria. Il Reomax è controindicato inoltre nelle gestanti, nelle donne che allattano e nei bambini di età inferiore ai due anni.



Confezioni
Reomax 1 fiala EV 50 mg + fiale solv 20 ml
Reomax 20 cpr 50 mg

Farmaci Equivalenti
Nessun Farmaco equivalente trovato.


Ditta Produttrice
Marvecspharma Services Srl

Reomax Somministrazione

REOMAX® compresse e fiale.

REOMAX®
50 mg - 50 mg/20 ml
acido etacrinico
Compresse - Fiale e.v.

COMPOSIZIONE
COMPRESSE
Ogni compressa contiene:
Principio attivo:
Acido etacrinico 50 mg
Eccipienti:
Lattosio - Amido - Magnesio stearato.

FIALE E.V.
Ogni fiala Liofilizzata contiene:
Principio attivo:
Etacrinato sodico 53,63 mg (pari a 50 mg di acido etacrinico).
Eccipienti:
Mannitolo - Metile
p-ossibenzoato.
Ogni fiala solvente contiene:
Soluzione sterile glucosata 5% ml 20.

Reomax Dosaggi

REOMAX® dosaggi:
Il trattamento deve essere effettuato sotto il controllo del medico che adeguerà la posologia alla gravità del caso.
Dose iniziale consigliata: 1 compressa da 50 mg da somministrarsi al mattino a stomaco pieno. La dose giornaliera efficace è di norma compresa tra 50-150 mg di acido etacrinico da somministrarsi sempre dopo i pasti. In casi particolarmente gravi la dose giornaliera può essere gradualmente aumentata fino ad un massimo di 200-250 mg di acido etacrinico. Nella terapia di mantenimento si consiglia di somministrare il REOMAX a giorni alterni oppure di far seguire a due o tre giorni di terapia, due o tre giorni di pausa.

Fiale e.v.
La dose standard endovenosa per un adulto di peso medio è di 50 mg di acido etacrinico (1 fiala) o di 0,5-1 mg per Kg di peso corporeo. Raramente è necessaria una seconda somministrazIone ed in tal caso si consiglia di cambiare la sede dell’iniezione per evitare la possibilità di tromboflebiti.
Per solubilizzare il liofilizzato (fiala A) scioglierlo in 20-40 ml di soluzione glucosata (fiala B). La soluzione ottenuta può essere utilizzata nei seguenti modi:
a) iniezione endovenosa diretta nel tempo di molti minuti.
b) nel corso di una fleboclisi, mediante lenta infusione nel deflussore.

Reomax Effetti

I disturbi gastointestinali provocato dall'uso di REOMAX® comprendono anoressia, malessere, dolenzia o dolore addominale,
disfagia, nausea, vomito e diarrea. Essi si sono verificati più frequentemente con l’impiego di dosi
più elevate dopo 1-3 mesi di terapia ininterrotta. In alcuni pazienti il farmaco ha provocato grave
diarrea acquosa. In tale evenienza, la somministrazione del preparato dovrebbe essere interrotta e
non più ripresa. In alcuni pazienti si è manifestata emorragia gastrointestinale; l’acido etacrinico
inoltre può aumentare il rischio di emorragia gastrica associata al trattamento con corticosteroidi.
Possono verificarsi iperuricemia reversibile, diminuzione dell’escrezione urinaria degli urati e
attacchi acuti di gotta. Due pazienti uremici, ai quali furono somministrate dosi superiori a quelle
consigliate, manifestarono ipoglicemia sintomatica acuta con convulsioni. Si è manifestata
ipoglicemia in alcuni pazienti, per la maggior parte affetti da cirrosi epatica scompensata.
Raramente sono stati riferiti casi di pancreatite acuta in pazienti sottoposti a terapia diuretica,
incluso il REOMAX®. Ittero ed anomalie dei tests di funzionalità epatocellulare si sono raramente
riscontrati specie in pazienti molto gravi. Agranulocitosi e neutropenia gravi sono state riscontrate
in alcuni pazienti in condizioni molto gravi ed ai quali venivano contemporaneamente
somministrati altri farmaci che possono produrre tali effetti. Trombocitopenia è stata riscontrata
raramente. Sono stati segnalati rari casi di porpora di Schonlein-Henoch in cardioreumatici in trattamento con molti farmaci, tra i quali il REOMAX®.
In pazienti già gravemente ammalati e refrattari agli altri diuretici si sono verificati alcuni decessi che potrebbero essere connessi alla somministrazione del farmaco. Questi pazienti in genere possono essere compresi in due gruppi:
1) Pazienti cardiopatici con severo danno miocardico in trattamento digitalico e nei quali presumibilmente si era instaurata ipopotassemia acuta con aritmia letale.
2) Pazienti affetti da cirrosi epatica ascitogena in grave stato di scompenso, con o senza encefalopatia in squilibrio elettrolitico, nei quali l’esito letale fu dovuto ad aggravamento della situazione elettrolitica.

Reomax in Gravidanza


cosa è Rocefin

Rocefin Farmaco

Di uso elettivo e specifico in infezioni batteriche gravi di accertata o presunta origine da Gramnegativi “difficili” o...