Lisinopril Idroclorotiazide Bugiardino

Il farmaco Lisinopril Idroclorotiazide è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Lisinopril Idroclorotiazide è Lisinopril/idroclorotiazide  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 3€ a confezione.

Trattamento dell’ipertensione essenziale. Lisinopril idroclorotiazide SANDOZ, contenendo una dose fissa delle singole componenti (20 mg di lisinopril e 12,5 mg di idroclorotiazide), è indicato in pazienti in cui la pressione sanguigna non è adeguatamente controllata dal trattamento con lisinopril da solo (o con idroclorotiazide da solo).


Lisinopril Idroclorotiazide Controindicazioni

• Anamnesi di ipersensibilità al lisinopril o ad uno degli eccipienti, o agli altri ACE inibitori.

• Anamnesi di ipersensibilità all’idroclorotiazide o ad altri medicinali sulfonamidici.

• Edema angioneurotico associato ad un precedente trattamento con ACE inibitori.

• Edema angioneurotico idiopatico ereditario.

• Grave insufficienza renale o epatica.

• Stenosi dell’arteria renale.

• Secondo e terzo trimestre di gravidanza



Confezioni
Lisinopril Idroclorotiazide 14 compresse 20 mg + 12,5 mg

Farmaci Equivalenti
Lisinopril+idroclorotiazide 20+12,5mg 14 Unita' Uso Orale

Ditta Produttrice
Eg Spa
Germed Pharma Spa
Ipso Pharma Srl
Laboratori Alter Srl
Mylan Spa
Ratiopharm Italia Srl
Sandoz Spa
Teva Italia Srl
Zentiva Italia Srl

Lisinopril Idroclorotiazide Somministrazione

Compressa per uso orale.

Lisinopril Idroclorotiazide Dosaggi

a scelta di una dose antiipertensiva appropriata di lisinopril e idroclorotiazide deve avvenire dopo aver valutato la risposta clinica del paziente.

Lisinopril idroclorotiazide SANDOZ deve essere somministrato una volta al giorno.

La somministrazione dell’associazione fissa di lisinopril e idroclorotiazide è, generalmente, consigliata solo dopo la titolazione dei singoli componenti.

Solo quando la condizione clinica del paziente viene giudicata idonea, può avvenire il passaggio diretto dalla monoterapia all’associazione fissa.

Le compresse da 10 mg/12,5 mg possono essere somministrate nei pazienti in cui la pressione sanguigna non è adeguatamente controllata dall’assunzione di 10 mg di lisinopril da solo.

Le compresse da 20 mg/12,5 mg possono essere somministrate nei pazienti in cui la pressione sanguigna non è adeguatamente controllata dall’assunzione di 20 mg di lisinopril da solo.

Non deve essere superata la dose massima giornaliera di 40 mg di lisinopril/25 mg di idroclorotiazide.

Lisinopril Idroclorotiazide Effetti

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione: vertigine che, generalmente, scompare con la riduzione del dosaggio e, raramente, richiede la sospensione della terapia. Mal di testa, senso di affaticamento.

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: tosse secca e persistente che scompare dopo la sospensione della terapia.

Patologie cardiovascolari: ipotensione, compresa ipotensione ortostatica.

Lisinopril Idroclorotiazide in Gravidanza

Lisinopril idroclorotiazide SANDOZ non deve essere utilizzato durante il primo trimestre di gravidanza. Qualora venga pianificata o confermata una gravidanza, deve essere intrapreso un trattamento alternativo, non appena possibile.

Non sono stati condotti studi controllati con ACE inibitori negli esseri umani, ma nell’esiguo numero di soggetti esposti durante il primo trimestre di gravidanza non si è verificata nessuna malformazione.

Lisinopril idroclorotiazide SANDOZ è controindicato durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza. L’utilizzo prolungato di lisinopril durante il secondo e il terzo mese di gravidanza determina tossicità nel feto (riduzione della funzione renale, riduzione dei livelli di liquido amniotico, ritardo nella formazione delle ossa del cranio) e nei neonati (insufficienza renale neonatale, ipotensione, iperkaliemia).

L’utilizzo prolungato di idroclorotiazide durante il terzo trimestre di gravidanza può causare ischemia feto-placentare e rischio di ritardo nella crescita. Inoltre, sono stati segnalati rari casi di ipoglicemia e trombocitopenia nei neonati in seguito a esposizione in prossimità del termine della gravidanza.

L’idroclorotiazide può ridurre il volume del plasma come anche il flusso ematico uteroplacentare.

In caso di utilizzo di lisinopril idroclorotiazide SANDOZ a partire dal secondo trimestre di gravidanza è necessario un controllo ecografico della funzione renale e delle ossa della testa.


cosa è Domperidone

Domperidone Farmaco

DOMPERIDONE è impiegato per alleviare sintomi quali nausea, vomito, senso di ripienezza epigastrica, fastidio al tratto ...