Levostab Bugiardino

Il farmaco Levostab è un farmaco di classe C, Il principio attivo del Levostab è Levocabastina  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 10,7€ a confezione.

L'uso di LEVOSTAB è indicato nel trattamento di congiuntiviti allergiche


Levostab Controindicazioni

LEVOSTAB è controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o a uno qualsiasi degli eccipienti.



Confezioni
Levostab coll 4 ml 0,5 mg/ml

Farmaci Equivalenti
Nessun Farmaco equivalente trovato.


Ditta Produttrice
Prodotti Formenti Srl

Levostab Somministrazione

LEVOSTAB collirio, sospensione per uso oftalmico.

LEVOSTAB 0,05% collirio, sospensione
Levocabastina

COMPOSIZIONE
Un ml di collirio sospensione contiene:
Principio attivo: levocabastina cloridrato 0,54 mg (pari a 0,5 mg di levocabastina).
Eccipienti: propilen glicole, sodio fosfato monoidrato, disodio fosfato anidro,
idrossipropilmetilcellulosa 2910, polisorbato 80, benzalconio cloruro, disodio edetato, acqua
sterilizzata

Levostab Dosaggi

Adulti e bambini: la dose abituale è di 1 goccia di LEVOSTAB collirio per occhio, 2 volte al giorno.
La dose può essere aumentata a 1 goccia fino a 3 o 4 volte al giorno.
Il trattamento dovrebbe essere continuato fino al sollievo dei sintomi.
I pazienti devono essere istruiti sulle misure necessarie per evitare la contaminazione del farmaco
contenuto nel flacone.
LEVOSTAB collirio dovrebbe essere usato entro un mese dalla prima apertura del flacone.

Levostab Effetti

Come tutti i medicinali, LEVOSTAB può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestano.
Possibili effetti indesiderati in seguito all'assunzione di LEVOSTAB sono:

Disturbi del sistema immunitario:
Molto raro: Edema angioneurotico, ipersensibilità
Non nota: Anafilassi


Patologie del sistema nervoso:
Comune: Cefalea

Patologie dell’occhio:
comune: Dolore oculare, visione offuscata
non comune: Edema delle palpebre,
molto raro: congiuntivite, gonfiore degli occhi,
blefarite, iperemia oculare, lacrimazione

Levostab in Gravidanza

Chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.
Nei topi, nei ratti e nei conigli, la levocabastina, a dosi sistemiche fino a 2.500 volte la dose clinica massima raccomandata per via oftalmica (espressa in mg/kg), non ha mostrato effetti embriotossici o teratogeni. Nei roditori, la levocabastina, a dosi sistemiche oltre 5.000 volte la dose clinica massima raccomandata per via oftalmica (espressa in mg/kg), ha indotto teratogenicità e /o un aumento del riassorbimento fetale.
I dati postmarketing sull’uso di LEVOSTAB collirio sospensione nelle donne in stato di gravidanza sono limitati. Il rischio per l’uomo non è noto. Pertanto LEVOSTAB non dovrebbe essere usato durante la gravidanza, ad eccezione dei casi in cui il potenziale beneficio atteso giustifichi il potenziale rischio fetale.


cosa è Mepicain

Mepicain Farmaco

MEPICAIN è impiegato come anestetico locale in tutti gli interventi che riguardano: - chirurgia generale (piccola chir...