Leutrol Bugiardino

Il farmaco Leutrol è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Leutrol è Meloxicam  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 8,03€ a confezione.

Trattamento sintomatico di breve durata di stati acuti dolorosi nell'osteoartrosi
Trattamento sintomatico a lungo termine dell’artrite reumatoide o della spondilite anchilosante.


Leutrol Controindicazioni

- Terzo trimestre di gravidanza,
- Bambini e adolescenti di età inferiore ai 16 anni;
- Ipersensibilità a meloxicam o ad uno qualsiasi degli eccipienti o ipersensibilità a
sostanze con azione similare, es. antinfiammatori non steroidei (FANS), aspirina. La
somministrazione di Leutrol è controindicata nei pazienti che, in seguito all'assunzione di
acido acetilsalicilico o di altri FANS, hanno manifestato asma, polipi nasali, edema
angioneurotico o orticaria;
- Storia di sanguinamento o perforazione gastrointestinale, correlati ad una
precedente terapia con FANS;
- Storia di ulcera peptica/emorragia attiva o ricorrente (due o più episodi distinti,
comprovati di ulcerazione o sanguinamento);
- Grave alterazione della funzionalità epatica;
- Pazienti con grave insufficienza renale non sottoposti a dialisi;
- Sanguinamento gastrointestinale, emorragia cerebrovascolare o casi accertati di
sanguinamento a livello sistemico;
- Severa insufficienza cardiaca.



Confezioni
Leutrol 30 compresse 15 mg
Leutrol 5 fiale IM 15 mg/1,5 ml

Farmaci Equivalenti
Meloxicam 15mg 30 Unita' Uso Orale
Meloxicam 15mg 5 Unita' Uso Parenterale

Ditta Produttrice
Boehringer Ingelheim It.spa

Leutrol Somministrazione

Compressa per uso orale.

Leutrol Dosaggi

La dose totale giornaliera deve essere assunta in un’unica somministrazione, ingerita con acqua o altro liquido, durante i pasti.
Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l’uso della più bassa dose efficace per
la più breve durata possibile di trattamento che occorre per controllare i sintomi . Il sollievo sintomatico del paziente e la risposta alla terapia devono essere valutati periodicamente, soprattutto nei pazienti con osteoartrosi.
- Stati acuti dolorosi nell'osteoartrosi: mezza compressa al giorno (7,5 mg/die). Se
necessario, in assenza di miglioramento, la posologia può essere aumentata ad una
compressa al giorno (15 mg/die).
- Artrite reumatoide, spondilite anchilosante: una compressa al giorno (15 mg/die).
(Vedere anche il paragrafo seguente “Particolari gruppi di pazienti)”
In funzione della risposta terapeutica, la dose può essere ridotta a mezza compressa al giorno
(7,5 mg/die).

Leutrol Effetti

Gli eventi avversi più comunemente riportati sono di natura gastrointestinale. Possono
verificarsi ulcera peptica, perforazione o sanguinamento gastrointestinale, talvolta fatali
soprattutto nei pazienti anziani. Nausea, vomito, diarrea, flatulenza,
stipsi, dispepsia, dolore addominale, melena, ematemesi, stomatite ulcerativa, esacerbazione
della colite e morbo di Crohn’s sono stati riportati in seguito alla
somministrazione di Leutrol. La gastrite è stata riportata meno frequentemente.

Leutrol in Gravidanza

L’inibizione della sintesi delle prostaglandine può influire negativamente sulla gravidanza e/o
sullo sviluppo embrio/fetale. Dati derivanti da studi epidemiologici suggeriscono un
incremento del rischio di aborto spontaneo, di malformazioni cardiache e di gastroschisi dopo
l’uso di un inibitore della sintesi delle prostaglandine all’inizio della gravidanza. Il rischio
assoluto di malformazione cardiovascolare è incrementato da meno dell’1%, fino a circa
l’1,5%. Si ritiene che il rischio aumenti con l’incremento della dose e della durata della
terapia. Negli animali la somministrazione di un inibitore della sintesi delle prostaglandine ha
determinato un aumento della perdita pre- e post- impianto e sono stati riportati effetti letali
sull'embrione e sul feto. Inoltre è stato riportato un aumento della incidenza di varie
malformazioni, incluse quelle cardiovascolari in animali trattati con un inibitore della sintesi
delle prostaglandine durante il periodo di organogenesi. Durante il primo e il secondo
trimestre di gravidanza meloxicam non deve essere somministrato se non chiaramente
necessario. Se meloxicam è somministrato a donne che intendano concepire o durante il
primo e secondo trimestre di gravidanza la dose deve essere mantenuta la più bassa possibile
e la durata del trattamento deve essere la più breve possibile.
Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi delle prostaglandine
possono esporre il feto a:
- tossicità a livello cardiopolmonare (con chiusura prematura del dotto arterioso e
ipertensione polmonare);
- disfunzione renale, che può peggiorare fino a insufficienza renale con oligo-idroamniosi;
alla fine della gravidanza, la madre e il neonato possono essere esposti ai seguenti rischi:
- possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, un effetto antiaggregante che può
verificarsi anche a dosaggi molto bassi;
- inibizione delle contrazioni uterine che possono determinare un ritardo o un
prolungamento del travaglio di parto.
Di conseguenza la somministrazione di meloxicam è controindicata durante il terzo trimestre
di gravidanza.


cosa è Flotina

Flotina Farmaco

Fluoxetina è indicata nel trattamento della depressione, del disturbo ossessivo compulsivo e della bulimia nervosa Bam...