Gliclada Bugiardino

Il farmaco Gliclada è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Gliclada è Gliclazide  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 6,8€ a confezione.

Trattamento del diabete non insulino-dipendente (tipo 2) nell’adulto, quando le misure dietetiche, l’esercizio fisico e la perdita di peso da soli, non sono sufficienti per controllare il glucosio ematico.


Gliclada Controindicazioni

Ipersensibilità alla gliclazide, alle altre sulfoniluree, alle sulfonamidi, o ad uno degli eccipienti.

Diabete di tipo 1.

Pre-coma e coma diabetici, cheto-acidosi diabetica.

grave insufficienza renale o epatica (in questi casi è raccomandato l’uso dell’ insulina).

Trattamento con miconazolo



Confezioni
Gliclada 60 compresse 30 mg rilascio modificato

Farmaci Equivalenti
Gliclazide 30mg 60 Unita' Uso Orale Rm

Ditta Produttrice
Krka Farmaceutici Milano Srl

Gliclada Somministrazione

Compressa a rilascio modificato. Per uso orale.

Gliclada Dosaggi

Uso orale.

Da usare solamente nell’adulto.

La dose quotidiana può variare fra 1 e 4 compresse al giorno, p.e. da 30 a 120 mg assunti per via orale, una volta al giorno con la prima colazione.

Si raccomanda di deglutire le compresse intere.

Se si dimentica una dose, non si deve aumentare la dose del giorno successivo.

Come con tutti gli ipoglicemizzanti, il dosaggio deve essere regolato in base alla risposta metabolica dello specifico paziente (glucosio nel sangue, HbA1C).

Dose iniziale

La dose iniziale raccomandata è di 30 mg al giorno.

Se il glucosio ematico è controllato efficacemente, questo dosaggio può essere usato per il trattamento di mantenimento.

Se il glucosio ematico non è adeguatamente controllato, il dosaggio può essere aumentato a 60, 90 o 120 mg al giorno con passi successivi. Ogni aumento di dosaggio deve essere effettuato con un intervallo di almeno un mese, tranne in quei pazienti in cui dopo due settimane di trattamento, il glucosio ematico non si è ridotto. In tali casi, la dose può essere aumentata alla fine della seconda settimana di trattamento.

La massima dose quotidiana raccomandata è di 120 mg.

Gliclada Effetti

Come per le altre sulfoniluree, il trattamento con Gliclada compresse a rilascio modificato può causare la comparsa di ipoglicemia in caso di irregolarità dell’orario dei pasti e specialmente, in caso di mancata assunzione dei pasti. Possibili sintomi di ipoglicemia sono: cefalea, acuto senso di fame, nausea, vomito, apatia, disturbi del sonno, agitazione, aggressività, scarsa concentrazione, riduzione del grado di vigilanza e della reattività, depressione, stato confusionale, disturbi della parola e della vista, afasia, tremori, paresi, disturbi sensoriali, vertigini, sensazione d’impotenza, perdita di autocontrollo, delirio, convulsioni, respirazione poco profonda, bradicardia, sonnolenza e perdita di coscienza, con possibile coma e conseguente morte.

Inoltre, possono essere presenti sintomi della contro-regolazione adrenergica: sudorazione, iperidrosi cutanea, ansia, tachicardia, ipertensione, palpitazioni, angina pectoris ed aritmia cardiaca.

Di solito, i sintomi scompaiono dopo l’assunzione di carboidrati (zucchero). I dolcificanti artificiali non hanno effetto. L’esperienza con altre sulfoniluree indica che, malgrado misure inizialmente efficaci, un’ipoglicemia può riproporsi.

Se la crisi ipoglicemica è grave o prolungata, è necessario un immediato trattamento medico o l’ospedalizzazione, anche se la crisi è momentaneamente controllata dall’assunzione di zucchero.

Gliclada in Gravidanza

Non ci sono dati sull’uso della gliclazide nella donna durante la gravidanza e ci sono pochi dati anche con altre sulfoniluree.

La gliclazide non è risultata teratogena negli studi condotti su animali.

Il controllo del diabete deve essere conseguito prima del concepimento per ridurre il rischio di anomalie congenite dovute a diabete non controllato.

Gli ipoglicemizzanti orali non sono indicati; l’insulina è il farmaco di prima scelta per il trattamento del diabete durante la gravidanza. Prima di pianificare una gravidanza, o appena si manifesta, si raccomanda di passare dalla terapia con ipoglicemizzanti orali all’insulina


cosa è Ambramicina

Ambramicina Farmaco

Infezioni da microrganismi sensibili alla tetraciclina ed in particolare: - Polmoniti e broncopolmoniti batteriche - i...