Glazidim 2 Monovial Bugiardino

Il farmaco Glazidim 2 Monovial è un farmaco di classe H, Il principio attivo del Glazidim 2 Monovial è Ceftazidima  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 41,06€ a confezione.

Di uso elettivo e specifico in infezioni batteriche gravi di accertata o presunta origine da gram-negativi "difficili" o da flora mista con presenza di gram-negativi resistenti ai più comuni antibiotici. In partico­lare il prodotto trova indicazione nelle suddette infe­zioni, in pazienti defedati e/o immunodepressi.

Profilassi chirurgica: la somministrazione di GLAZIDIM risulta in grado di ridurre l'incidenza di infezioni post-chirurgiche in pazienti sottoposti ad interventi contaminati o potenzialmente tali.


Glazidim 2 Monovial Controindicazioni

Ipersensibilità agli antibiotici della classe delle cefalosporine.



Confezioni
Glazidim 2 Monovial 1 fiala EV 2 g

Farmaci Equivalenti
Ceftazidima 2.000mg 1 Unita' Uso Parenterale Ev

Ditta Produttrice
Glaxosmithkline Spa

Glazidim 2 Monovial Somministrazione

Polvere e solvente per soluzione per infusione endovenosa.

Glazidim 2 Monovial Dosaggi

GLAZIDIM Polvere e solvente per soluzione per infusione endovenosa va impiegato esclusivamente per via infusionale.

Dosaggio: varia in rapporto alla gravità del singolo caso, sensibilità, sito e tipo di infezione, età, funzionalità renale e secondo il giudizio del medico.

Adulti: 1-6 g/die.

Bambini: 30-100 mg/kg/die.

Nei casi di particolare gravità (soggetti immunodepressi, con fibrosi cistica o con meningite) tale posologia può essere ulteriormente aumentata fino a 150 mg/kg/die (6 g/die) in tre somministrazioni.

Nei pazienti anziani gravi, in considerazione della ridotta clearance della ceftazidima, il dosaggio massimo giornaliero non dovrebbe di norma superare i 3 g, soprattutto in quelli di età superiore agli 80 anni.

Glazidim 2 Monovial Effetti

La ceftazidima è generalmente ben tollerata e le reazioni avverse piuttosto infrequenti; esse includono:

reazioni locali

Flebite o tromboflebite conseguenti a somministrazione endovenosa; dolore e/o infiammazione dopo somministrazione intramuscolare;

reazioni di ipersensibilità

rash urticarioidi o maculopapulari, febbre, prurito e, molto raramente, angioedema e reazioni anafilattiche (inclusi broncospasmo e/o ipotensione).

Come con altre cefalosporine vi sono state rare segnalazioni di eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi epidermica tossica;

reazioni gastrointestinali

diarrea, nausea, vomito, dolore addominale e, molto raramente, candidiasi del cavo orale o colite; come per altre cefalosporine la colite può essere associata alla presenza del Clostridium difficile e presentarsi sotto forma di colite pseudomembranosa;

reazioni genito-urinarie

candidiasi, vaginite;

Glazidim 2 Monovial in Gravidanza

Non si sono evidenziati effetti embriotossici o teratogenici con la ceftazidima, comunque, nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

La ceftazidima è escreta in piccole quantità nel latte materno e deve essere impiegata con cautela nelle madri che allattano.


cosa è Amiodarone Cloridrato

Amiodarone Cloridrato Farmaco

Amiodarone per via endovenosa deve essere utilizzato quando è richiesta una risposta rapida o quando la somministrazione...