Bugiardino Anadir Scheda tecnica del Farmaco. effetti, dosaggi e farmaci equivalenti.

Anadir Bugiardino

Il farmaco Anadir è un farmaco di classe A, Il principio attivo del Anadir è Omeprazolo  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 6,07€ a confezione.

Trattamento a breve termine di ulcere duodenali, ulcere gastriche ed esofagiti da reflusso.
· Trattamento dell’ulcera peptica quando associata ad infezione da Helicobacter pylori.
· Trattamento e profilassi delle ulcere gastriche e duodenali e della gastropatia erosiva associate
all’assunzione continuativa di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS).
· Trattamento nonché prevenzione delle recidive dell’esofagite da reflusso e della malattia da reflusso
gastro-esofageo


Anadir Controindicazioni

Ipersensibilità all’omeprazolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
Generalmente controindicato in gravidanza e durante l’allattamento



Confezioni
Anadir 14 capsule gastrores 20 mg

Farmaci Equivalenti
Omeprazolo 20mg 14 Unita' Uso Orale

Ditta Produttrice
Ist.chim.internaz. Rende Srl

Anadir Somministrazione

Capsule rigide contenenti granuli gastroresistenti

Anadir Dosaggi

La dose raccomandata è di 1 capsula di ANADIR da 20 mg al giorno.
Nella maggior parte dei pazienti si ottiene un rapido miglioramento della sintomatologia dolorosa
nell’arco di 24-48 ore, mentre la cicatrizzazione dell’ulcera si raggiunge, nella maggioranza dei casi,
entro 2 settimane dall’inizio del trattamento.
Nel caso di ulcere non completamente cicatrizzate, la cicatrizzazione generalmente si ottiene
prolungando il trattamento per altre 2 settimane.
In pazienti affetti da ulcera duodenale severa con 40 mg di ANADIR (2 capsule da 20 mg) in un’unica
somministrazione giornaliera si è ottenuta la cicatrizzazione, generalmente in 4 settimane

Anadir Effetti

agitazione, confusione mentale reversibile, depressione, aggressività e allucinazioni
soprattutto nei pazienti gravemente ammalati
reazioni di ipersensibilità quali ad esempio angioedema e shock anafilattico

Anadir in Gravidanza

Il rischio di effetti dannosi a carico del feto e/o del lattante a seguito di assunzione/somministrazione
di omeprazolo non è escluso, pertanto l’uso del farmaco in gravidanza è da riservare nei casi di
effettiva necessità.
L’uso di omeprazolo è comunque sconsigliato nel primo trimestre di gravidanza.
Non è noto se omeprazolo sia escreto nel latte materno; per tale motivo nelle pazienti che allattano
occorre decidere se rinunciare a nutrire al seno il lattante ed iniziare il trattamento o viceversa,
proseguire l’allattamento evitando la somministrazione del medicinale


cosa è Belara

Belara Farmaco

BELARA è un contraccettivo ormonale per via orale. Questi prodotti che contengono due ormoni, come BELARA, sono anche c...