Alprazig Bugiardino

Il farmaco Alprazig è un farmaco di classe C, Il principio attivo del Alprazig è Alprazolam  il prezzo rilevato per la vendita di questo farmaco è di circa 2,7€ a confezione.

Alprazig è indicato nel trattamento e cura dell'ansia, tensione ed altre manifestazioni somatiche o psichiatriche associate con
sindrome ansiosa.
Attacchi di panico con o senza agorafobia
Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante e
sottopone il soggetto a grave disagio.


Alprazig Controindicazioni

Ipersensibilità alle benzodiazepine o ad uno degli eccipienti contenuti nelle compresse
e/o nelle gocce.
Insufficienza respiratoria grave. Insufficienza epatica grave. Miastenia gravis.
Sindrome da apnea notturna. Il prodotto può essere usato nei
pazienti con glaucoma ad angolo aperto che ricevono una terapia appropriata.
Intossicazione acuta provocata da alcol o da altri medicinali attivi sul SNC (medicinali
ipnotici, analgesici o psicotropi).



Confezioni
Alprazig 20 cpr 0,25 mg
Alprazig 20 cpr 0,50 mg
Alprazig 20 cpr 1 mg
Alprazig gtt os 20 ml 0,75 mg/ml

Farmaci Equivalenti
Nessun Farmaco equivalente trovato.


Ditta Produttrice
Lab.baldacci Spa

Alprazig Somministrazione

Nel trattamento dell'ansia, la dose iniziale di alprazig varia da 0,25 a 0,50 mg 3 volte al dì. Questo dosaggio verrà aumentato
secondo le esigenze del paziente fino ad un massimo di 4 mg al giorno in
somministrazioni suddivise.
La dose massima non deve essere superata .
La durata complessiva del trattamento, generalmente, non deve superare le 8 - 12
settimane compreso il periodo di sospensione graduale. Nei pazienti con agorafobia associata ad attacchi di panico o con disturbo da attacchi di
panico, la dose iniziale è di 0,5-1 mg, somministrata prima di coricarsi, per uno o due
giorni. La dose deve quindi essere adattata secondo la risposta del singolo paziente. Gli
incrementi del dosaggio non devono superare 1 mg ogni 3 o 4 giorni.

Alprazig Dosaggi

Il periodo di trattamento deve essere il più breve possibile. In ciascun paziente si
devono riesaminare periodicamente la necessità di trattamento con ALPRAZIG e la
dose adatta.
Il dosaggio ottimale di ALPRAZIG va individualizzato a seconda della gravità dei sintomi
e della risposta soggettiva del paziente.
Le indicazioni posologiche riportate dovrebbero coprire le esigenze della maggior parte
dei pazienti. Qualora fosse necessario un dosaggio più elevato le dosi vanno aumentate
gradualmente per evitare rischi di effetti collaterali. In generale i pazienti mai trattati con psicofarmaci richiedono dosi minori rispetto a quei
pazienti precedentemente trattati con ansiolitici o sedativi, antidepressivi, ipnotici o a
pazienti alcolisti cronici.
Si consiglia di usare sempre la dose più bassa per evitare il rischio di sedazione residua
o atassia. In caso di effetti collaterali già con la somministrazione iniziale si consiglia di
diminuire il dosaggio.

Alprazig Effetti

La sedazione, l'amnesia, l’alterazione della concentrazione e della funzione muscolare
possono influenzare negativamente la capacità di guidare o utilizzare macchinari. Altri effetti indesiderati dell'Alprazig sono Sonnolenza, sedazione, cambiamento di umore attenzione ridotta, confusione,
affaticamento, mal di testa, stordimento, vertigini, debolezza muscolare, atassia, visione
doppia o offuscata, insonnia, nervosismo / ansia, tremore, cambiamento di peso. Questi
fenomeni si presentano principalmente all'inizio della terapia e solitamente scompaiono
con la somministrazione ripetuta.
Come con altre benzodiazepine si possono manifestare in rari casi reazioni paradosse, quali:
eccitazione, agitazione, difficoltà di concentrazione, confusione, allucinazioni ed altre alterazioni
del comportamento. Inoltre si possono osservare : ottundimento delle emozioni, riduzione della
vigilanza, reazioni a carico della cute.

Alprazig in Gravidanza

A causa di potenziali rischi di malformazioni congenite, già osservate con altre
benzodiazepine, non somministrare ALPRAZIG nel primo trimestre di gravidanza.
Non esistono dati sufficienti per valutare il potenziale rischio derivante dalla
somministrazione di benzodiazepine durante la gravidanza. Le osservazioni in soggetti
umani indicano che questa sostanza può determinare un potenziale rischio di anomalie
congenite se usato durante la gravidanza (feto e parto). Di conseguenza, la
somministrazione durante la gravidanza deve avvenire solo in caso di gravi motivi
medici. Se il prodotto viene prescritto ad una donna in età fertile, la paziente deve
essere avvertita di contattare il suo medico per interrompere l’assunzione del prodotto
nel caso intenda pianificare una gravidanza o sospetti di essere incinta.


cosa è Depoprovera

Depoprovera Farmaco

Terapia palliativa del carcinoma dell'endometrio metastatizzato ed inoperabile e del carcinoma mammario ormonodipendente...